//Il Frascati che parla e convince dal silenzio dell’Eremo, a due passi dalla Capitale / wining.it
Eremo Tuscolano

Il Frascati che parla e convince dal silenzio dell’Eremo, a due passi dalla Capitale / wining.it

Su wining.it, 15 novembre 2016, “Il Frascati che parla e convince dal silenzio dell’Eremo, a due passi dalla Capitale”, a firma Umberto Gambino.

“Una brezza leggera smuove le fronde dei lecci, delle querce, degli alberi di castagno. Gli uccelli svolazzano liberi cinguettando. L’erba schiacciata dai nostri passi. E il respiro che si percepisce nitido mentre ci si insinua tra i filari di Malvasia puntinata ormai ricchi di chicchi ben maturi. Tutt’intorno il bosco che cinge gli ettari vitati e gli occhi che incontrano le mura dell’antico convento seicentesco. E’ l’atmosfera irreale, quasi fuori dal tempo, che si respira passeggiando per le terre dell’Eremo Tuscolano . Eppure siamo a una manciata di chilometri dal caos di Roma. E la Capitale è là, proprio sotto di noi: la si vede immensa, quasi per intero, dalla sommità del Monte Tuscolo, 560 metri d’altitudine, orientando lo sguardo dal piccolo belvedere che supporta una croce in ferro. Si scorge anche l’autostrada con le auto che sfrecciano a due passi, ma – per fortuna – non si sentono.

Al di là dell’approccio poetico e molto sereno, Eremo Tuscolano è una realtà vitivinicola giovane e coraggiosa. Titolare, ideatore e propulsore è Mario Masini, “un politico (anzi ex) prestato al vino”. E’ nipote di Pietro Campilli, ministro democristiano degli anni ’70, nato a Frascati: a quest’ultimo si deve il riconoscimento della Doc Frascati nel 1966 (fra le prime in Italia) mentre il buon Mario (buon sangue non mente) è stato propulsore del recente “upgrade” (nel 2011) alla Docg Frascati Superiore.

Oggi Mario Masini, ricalcando gli insegnamenti del nonno materno, e abbandonata la carriera politica, si dedica con cuore e passione alle vigne e al vino. Il legame con la sua terra d’origine c’è e si vede nei gesti che compie controllando lo stato di maturazione delle uve (la visita è di metà ottobre, poco prima della vendemmia). [..]”

Qui il link all’intero articolo e alle degustazioni del Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano con l’assaggio 2015 in anteprima.