//Eremo Tuscolano ed export / sul Settimanale Tre Bicchieri del gamberorosso.it
Tre Bicchieri

Eremo Tuscolano ed export / sul Settimanale Tre Bicchieri del gamberorosso.it

Da “trebicchieri – il settimanale economico del Gambero Rosso”, 7 dicembre 2017, “Il mio export. Mario Masini – Eremo Tuscolano”

Qual è la percentuale di export sul totale aziendale?
L’Azienda  Valle  Vermiglia  produce  vino  per  una  sola  etichetta:  il  Frascati  Superiore  Docg  Eremo  Tuscolano. All’inizio abbiamo puntato ad una distribuzione nazionale, per cui per ora la nostra attività di esportazione si è concentrata soprattutto nel Nord Europa per circa un 20% della produzione.

Dove si vende meglio e dove peggio e perché?
La Germania e i Paesi Bassi sono per ora i Paesi più attenti al nostro vino, forse perché per loro la denominazione Frascati è storicamente più conosciuta. La difficoltà maggiore è quella di far capire, a chi ha memoria di una certo periodo storico, che il Frascati è prodotto anche da aziende, come la nostra, che hanno puntato più sulla qualità che su un prezzo competitivo.

Come sono cambiati l’atteggiamento e l’interesse dei consumatori stranieri nei confronti del vino italiano?
Stiamo notando una attenzione sempre crescente per la denominazione Frascati, commisurata al crescere della qualità. Il collegamento con la città di Roma aiuta molto gli stranieri a collocarci, a mettere a fuoco una zona di provenienza in un marasma di denominazioni che a volte sfuggono anche a noi.

Come promuoverete il vostro vino nei mercati internazionali?
Abbiamo iniziato partecipando a incontri organizzati B2B, poi Fiere all’estero ma di struttura piuttosto piccola, in sintonia con la specificità del nostro vino e del fatto che ci presentiamo con una sola etichetta. Sicuramente i premi delle guide, e del Gambero Rosso in particolare, rappresentano una garanzia in più per l’acquirente straniero.

Eremo Tuscolano

 

Trovate qui il numero scaricabile del settimanale tre bicchieri anno 8 n. 48